Contenuti

Teatro

La traviata

 

Con La traviata Cristina Comencini esordisce nel 2000 sul palcoscenico lirico, firmando una regia che dona un soffio di aria fresca ad uno dei più grandi titoli della lirica italiana, pur mantenendosi nei limiti della partitura e del libretto.

Melodramma in 3 atti di Francesco Maria Piave, dal dramma “La dame aux camélias” di Alexandre Dumas figlio. Musica di Giuseppe Verdi.

Prima rappresentazione: Venezia, Teatro La Fenice, 6 marzo 1853

PERSONAGGI: Violetta Valéry; Alfredo Germont; Giorgio Germont; Flora Bervoix; Annina Gastone di Letorières; Barone Douphol; Marchese D’Obigny; Dottore di Grenvil; Giuseppe, servo di Violetta; un domestico di Flora; un commissionario; signore e signori amici di Violetta e Flora; mattadori; piccadori; zingare; servi di Violetta e di Flora; maschere.

STORIA DELLA TRAVIATA: Fu Giuseppe Verdi ad affidare la stesura del libretto a Francesco Maria Piave, che in appena cinque giorni scrisse lo scenario di Traviata riproducendo sostanzialmente il piano drammatico del romanzo, ma dividendo l'opera in tre atti - rispetto ai cinque della pièce.

Tratta da La dame aux camélias di Alexandre Dumas figlio - dramma teatrale andato in scena a Parigi il 2 febbraio 1852 - La Traviata venne rappresentata al Teatro La Fenice di Venezia il 6 marzo 1853.

Nel tempo non ha mai smesso di appassionare i melomani, entrando a far parte del repertorio e contando spesso su interpreti di alto livello (come, fra le altre, Maria Callas).

LA TRAVIATA DI CRISTINA COMENCINI: Cristina Comencini esordisce sul palcoscenco lirico firmando la sua prima regia d’opera il 19 aprile del 2000: la “sua” Traviata inaugura la 63° edizione del Maggio Musicale Fiorentino alla presenza del Presidente della Repubblica. Sul podio Zubin Mehta, tornato all'opera che segnò da Firenze il suo debutto in Europa alla fine degli anni Sessanta.

Un regia tutta nuova, quella della Comencini, che pur mantenendosi nei limiti della partitura e del libretto ha voluto donare un soffio di aria fresca a uno dei più grandi titoli della lirica italiana: tra le novità della messa in scena – replicata nel corso degli anni in molte città italiane – la “modernizzazione” della storia attraverso l’eliminazione di alcuni elementi che la rendevano datata e lo spostamento dell’ambientazione temporale, scivolata a fine Ottocento. «Violetta è una donna che ha fatto dell'amore la sua ragione di vita, per cui sarebbe fuori dalla nostra società come lo era dalla sua – ha dichiarato la Comencini – ma è una donna moderna, e anche Alfredo, dal canto suo, fa tutti gli errori che farebbe un ragazzo di oggi: si sente forte della sua conquista, ma capisce troppo tardi quanto sia grande l'amore di lei».

Tra i cambiamenti principali evidenziati dalla regista c’è l’ambientazione del primo atto e di parte del secondo in un casinò di fine secolo, frequentato da demi-mondaine: «Non mi interessano scenografie avanguardistiche. Ho spostato le atmosfere alla fine dell’800 perché la considero un’epoca elegante che permette agli artisti gesti e azioni molto più vicini a noi”. Sempre sulla scia di una maggiore modernità, si sono pensati gli atti scenici non come quadri slegati ma piuttosto come un “unicum” in cui ogni scena si deve fondere con quella che la precede e con quella che la segue: «Ho voluto rendere quest’opera più vicina a noi, spezzando gran parte della retorica dei gesti per rendere ogni azione credibile e umana. La musica da sola non fa l’opera: la drammaturgia è fondamentale per mettere in scena i sentimenti, ma la musica rimane comunque un limite all’attualizzazione. Io mi spingo e oso finché la partitura me lo consente, senza nessun tipo di forzature».


Cerca

Film in dvd

Ebook Zoom

Audiolibri

Links

Se non ora, quando

Siamo un gruppo di donne diverse per età, professione, provenienza, appartenenza politica e religiosa. Raccogliamo appartenenti ad associazioni e gruppi femminili, donne indipendenti del mondo della politica, dei sindacati, dello...

Cattleya

Sito ufficiale della casa di produzione Cattleya Film and TV Production.

Feltrinelli

Sito ufficiale della casa editrice Giangiacomo Feltrinelli Editore.